Pagine

venerdì 23 dicembre 2016

Madeleine pecorino e noci


Voglio mostrarvi una ricettina perfetta per il cenone di questa sera. Un antipasto diverso dalla solita tartina, ovvero delle Madeleine, in versione salata con del pecorino rigorosamente Romano e delle noci. Semplici da fare, ma davvero davvero gustose. Ottime sia così che accompagnate con una salsina. Vi lascio la ricetta:

Per l’impasto:
2 uova
100 ml latte
½ vasetto di yogurt bianco
160 gr farina 00 o senza glutine
35gr pecorino romano grattugiato
40 gr noci sgusciate
5 gr lievito chimico in polvere
2 cucchiai d’olio di semi
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di sale
Erba cipollina in polvere q.b.
Noce moscata q.b.
Per la salsina:
1 carota da circa 80gr
½ vasetto di yogurt bianco
1 filo d’olio extra vergine
1 cucchiaio d’aceto di mele
Sale q.b.
Pepe nero q.b.


Per prima cosa mettete a lessare la carota. Nel frattempo prepariamo l’impasto, mettendo in una ciotola le uova, il latte, lo yogurt, e l’olio. Mescoliamo il tutto con una frusta, ed uniamo poi lo zucchero, il sale, la farina e il lievito precedentemente mixati, e per finire amalgamiamo il tutto con i restanti ingredienti, ovvero l’erba cipollina, la noce moscata, il pecorino e le noci. Prendete gli appositi stampini, mettendo circa un cucchiaio d’impasto per ogni Madeleine. Ne verranno 27. Quindi con uno stampo da 9, andranno fatte tre infornate. Cuociamo a 160 gradi per 20/22 minuti. Mentre loro cuociono prepariamo la salsina, con un mixer ad immersione frulliamo la carota ormai cotta e raffreddata, il restante yogurt, l’olio, l’aceto, un pizzico di sale ed uno di pepe. Mettetela in una ciotolina e affiancatela alle Madeleine non appena saranno pronte. A me sono piaciute molto, provatele anche voi e non ve ne pentirete. Vi auguro un magnifico Natale pieno di felicità e serenità con le persone che più amate. Un caloroso abbraccio. Alla prossima


giovedì 22 dicembre 2016

Shopping da Oviesse

Lunedì sono andata a fare gli ultimi pensierini da Oviesse e c’erano delle cose così carine che non ho potuto non acquistare qualcosa anche per me. Cercavo da tempo dei guanti in simil pelle e finalmente li ho trovati, semplici eleganti e soprattutto neri. Si lo so fanno un po’ Dexter Morgan, ma sono troppo carini dai…Un cappellino non può mai mancare, sono super freddolosa lo sapete, e per casa non potevo non prendere queste “ tenerissime” pantofole per tenere al caldo i miei piedi sempre ghiacciati. E per finire un bel maglioncino bordeaux, uno dei miei colori preferiti, l’ho già indossato ed è davvero caldo e comodo.

€16,99


€5,00

€7,00

€7,99

Spero che questi miei piccoli acquisti siano piaciuti anche a voi, e se siete ancora alla ricerca di qualche regalo da Oviesse potrete davvero sbizzarrirvi. Tante cose e a piccoli prezzi. Vi saluto e vi mando un grande abbraccio. A presto    




martedì 20 dicembre 2016

Stella di Natale


Si lo so avevo detto che lo avremmo festeggiato domenica, ma ammetto che al primo tentativo il dolce non è venuto un granchè, ma al secondo tentativo per fortuna tutto ok, uno dei motivi è stato sicuramente il freddo, che non lo faceva lievitare, per casa c’erano tipo 15 gradi, ma mettendolo vicino al termosifone e poi una volta nello stampo nel forno a temperatura bassissima è riuscito a lievitare come doveva. Ed alla fine tra una cosa e l’altra riesco a scrivere solo ora. Essendo Natale ho deciso di fare un dolce a tema, così festeggiamo sia il primo anno di blog che appunto il Natale. E’ un dolce semplicissimo, l’unica cosa a sfavore è che richiede una lunga lievitazione, ma per il risultato finale vale la pena di aspettare, come sapore ricorda i dolci più famosi di questo periodo. E’ buono sia mangiato così che farcito. A casa l’abbiamo mangiato una parte semplice, e l’altra riempito con della crema pasticcera e una bagna all’arancia. Veramente ottimo in entrambi i casi, vi consiglio di mantenerlo in una busta trasparente di plastica altrimenti rischia di seccarsi un po’. Ecco la ricetta:

Per l’impasto:
110 gr zucchero semolato
250 gr farina 00 o senza glutine
50 gr maizena
½ cubetto di lievito di birra
2 uova
Scorza di ½ limone
Succo di ½ limone
½ bicchiere di latte tiepido
35 gr burro morbidissimo
3 cucchiai d’olio di semi
Una puntina di vanillina
Per la decorazione:
30 gr cioccolato fondente
Zuccherini q.b.


Scaldate leggermente il latte, volendo potete ammorbidire all’interno anche il burro, dato che a me non riusciva ad ammorbidirsi. In una ciotola unite le uova sbattute, l’olio, il succo e la scorza del limone ed infine il latte con il burro, sciogliete all’interno il lievito. Ora che abbiamo unito tutti i liquidi e aver sciolto il lievito è il momento di unire le farine, lo zucchero e la vanillina precedentemente mixati. Dopo aver formato l’impasto, che risulterà piuttosto morbido lasciatelo lievitare per un paio d’ore coperto con un panno in un posto piuttosto caldo. Passate le due ore mettete l’impasto nell’apposito stampo a stella, e lasciatelo riposare per altre due ore, come vi consigliavo prima mettetelo in forno alla temperatura minima ed ogni tanto aprite lo sportello. Fatta anche la seconda lievitazione mettiamo la temperatura a 160 gradi e lasciamolo cuocere per 30 minuti. Tiriamolo fuori dal forno e lasciamolo raffreddare, nel frattempo sciogliamo a bagnomaria il cioccolato. Coliamolo poi sul dolce e decoriamolo con gli zuccherini colorati. Mangiatelo così o farcitelo, sarà comunque buonissimo. Io vi ringrazio ancora, e vi mando un grosso abbraccio. Vista l’ora buonanotte. Alla prossima     



giovedì 15 dicembre 2016

Outfit invernale

Buonasera a tutti! Sapete cos’è oggi? Oggi questo piccolo e umile blog compie un anno. Sembra ieri, quando seduta al pc sono stata due ore a pensare a come chiamarlo. E così alla fine è nato “pentole e pochette”. Da quel momento per me è iniziata una nuova “missione” in cui mi sono immersa totalmente, anche se a volte causa il poco tempo non riesco a stargli dietro quanto vorrei. Quelle volte in cui ho pensato, ma che sto facendo, e se stessi solo perdendo tempo? Che faccio lascio perdere, e altre volte in cui bastava accendere il pc e le dita sui tasti scorrevano da sole. Avrei voluto preparare un bel dolcetto per l’occasione ma non riesco ad andare a fare la spesa e la mia dispensa è mezza vuota. Ma di solito i compleanni si festeggiano nel weekend no, quindi domenica lo festeggeremo insieme, ok? Proprio oggi un cliente del mio negozio mi chiedeva, ma tu hai un blog che si chiama “pentole e pochette” ? Cercavo su internet una ricetta della torta di mele e mi è venuta fuori la tua, in quel momento ammetto di essermi sentita proprio soddisfatta, e che ciò che sto facendo non è “tempo perso”. Oltretutto in questo anno ho conosciuto virtualmente tante amiche e amici, siete sempre meravigliosi con me, e oggi voglio ringraziarmi perché la forza di continuare questo progetto me l’avete data anche voi, con commenti sempre affettuosi e gentili. Grazie, grazie, grazie. Aspettando fine settimana per il dolce, voglio mostrarvi un outfit. Semplicissimo, comodo e pratico come piace a me. Amo l’inverno per i maglioni super giganti e caldi, e questo è uno di quelli, morbidissimo in questo leggero beige. Sotto un jeans skinny, e ai piedi dei biker boots marroni, comprati anni fa ai saldi, e che adoro, sono super comodi, e i piedi non soffrono assolutamente anche se indossati tutto il giorno.


Maglione: H&M
Jeans: Meltin pot
Stivali: Sheen           

 Carino vero? Niente di che, ma essenziale, da indossare anche nei giorni di festa, senza cercare niente di particolarmente eccessivo. Ora vi saluto, ancora grazie, vi mando un virtuale ma grandissimo abbraccio. A presto       

domenica 11 dicembre 2016

Torta di mele


Buona domenica a tutti. Oggi vi presento un super classico trà i dolci, nella mia versione: La torta di mele. Uno di quei dolci che fanno subito casa, che appagano l’animo e lo spirito, che in questi tempi chiamano “comfort food”. E’ un dolce che preparo da tantissimi anni, forse è stata una delle prime torte che ho cucinato. Ma stavolta cercavo qualcosa di davvero unico, una torta che sembrasse quasi una nuvola, e che al palato non risultasse troppo asciutta. E l’esperimento è proprio riuscito, e tutto grazie agli albumi montati a neve, e alla presenza di parecchie mele nell’impasto e non solo in superficie, e insomma è venuta fuori una vera delizia. Volete provarla anche voi? Ecco la ricetta:

350 gr farina 00 o senza glutine
2 mele rosse succose
3 uova
120 gr zucchero
½ bicchiere olio di semi
1 bustina lievito chimico in polvere
1 bicchiere di latte
Scorza di ½ limone
Succo di limone (per le mele)
Un pizzico di cannella
Un pizzico di sale
Zucchero a velo per spolverizzare


Per prima cosa in una ciotola montiamo a neve con le fruste elettriche i due albumi con un pizzico di sale, e mettiamoli da parte. Prendete le mele, sbucciatele e tagliatele a dadini, tranne una metà che invece tagliamo a fettine e che useremo per metterle in superficie, spruzziamo sopra di esse un po’ di succo di limone in modo che non diventino nere. Prepariamo l’impasto mescolando con una frusta a mano in una ciotola l’olio con lo zucchero, e aggiungendo poi un uovo intero, i due tuorli, un pizzico di cannella, e la scorza di limone, continuando con il bicchiere di latte, e la farina e il lievito precedentemente mescolati. Ora aggiungete all’interno le mele a dadini mescolando per bene ed infine gli albumi a neve, amalgamandoli delicatamente dal basso verso l’alto. Mettiamo l’impasto in una tortiera da 25cm precedentemente unta e mettiamo sopra le fettine di mela. Inforniamo a 180° per 30 minuti. Passato il tempo, lasciatela riposare in forno per altri 5 minuti e poi fatela raffreddare su un ripiano. Mettiamola su un piatto e spolverizziamola con lo zucchero a velo. Ed adesso finalmente è arrivato il momento di mangiarla, fatela e sentirete che bontà. Ora vi saluto, e vi mando un grande abbraccio. Alla prossima    

giovedì 8 dicembre 2016

Lanterne


Le amo tutto l’anno, ma trovo che siano perfette soprattutto in questo periodo : Le lanterne. Creano quell’atmosfera calda tipica del periodo natalizio, abbelliscono ancora di più le nostre case già decorate con alberi e presepi. Stanno benissimo anche come centrotavola. Per il cenone del 24 è proprio l’ideale, non ingombra troppo e fa davvero una bellissima figura. Io ho deciso di metterla anche sul tavolo quando non è apparecchiato, con sotto un centrino sempre a tema, in realtà sono due ore che sto pensando al termine adatto ma non mi viene, centrino và bene uguale no?!?. Quindi se quest’anno la cena di natale la organizzate a casa vostra, comprate una o qualche lanterna e farete davvero un figurone, ormai si trovano in qualsiasi negozio venda cosa per la cose, e ad ogni prezzo. Spero come sempre di esservi stata utile. Un bacione. A presto    

martedì 6 dicembre 2016

Pasta ricotta pomodorini e olive


Oggi vi presento un piatto di pasta semplice e veloce, che mi sono preparata per pranzo tornando super affamata dal lavoro. Richiede pochi ingredienti, ma il risultato è davvero positivo, un bel primo piatto cremoso, saporito e super sostanzioso. Ecco la ricetta:

120 gr casarecce con o senza glutine (per 1 persona affamata)
100 gr ricotta di pecora
5 pomodorini
6 olive taggiasche
2 foglie di basilico
¼ cipolla dorata
1 cucchiaio di parmigiano
Pepe q.b.
Olio extra vergine q.b.
1 mestolino d’acqua di cottura


Mettiamo a lessare la pasta in abbondante acqua salata, scaldiamo in un pentola la cipolla tritata con un filo d’olio, i pomodorini tagliati in quattro e le olive tagliate a rondelle, appena comincia a soffriggere unite un mestolino d’acqua di cottura e spegnete il fuoco, in una ciotolina versate la ricotta ed amalgamatela con il parmigiano e due foglie di basilico sminuzzate. Ora scoliamo la pasta, e versiamola prima nella padella mescolandola per bene e poi nella ciotola con il resto degli ingredienti. Impiattate, una spolverata di pepe e il gioco è fatto. Correte a tavola che sennò si fredda. Un abbraccione. Alla prossima    



lunedì 5 dicembre 2016

Regali di natale

Il natale è alle porte, e si comincia a pensare a fare la spesa ed i regali, voi come vi organizzate? Preferite farli con calma in anticipo o siete ritardatari e il pomeriggio del 24 correte come pazzi a cercare ciò che rimane nei negozi? Ammetto che a volte anch’io mi sono ridotta all’ultimo, ma più che altro per motivi di tempo, comunque sono una di quelle che fa un regalo col cuore, nel senso, che mi piace regalare ciò che veramente può piacere ad una persona e non tanto per, piuttosto preferisco non farlo, perché in quel caso vuol dire che la persona a cui sto facendo il regalo non è così importante per me. E soprattutto un regalo non è più bello perché costa tanto, spesso i migliori sono proprio quelli più umili, magari realizzati addirittura con le nostre mani. Io preferisco senza dubbio ricevere un bel libro, anche usato comprato su una bancarella che una collana da 200€ che poi lasci lì nel portagioie e non la indossi mai. Quest’anno per fortuna sono già a buon punto, menomale che c’è lo shopping on-line amici miei, in più fine settimana andrò a vedere qualcosa in giro e dovrei essere a posto. Odio poi fare file su file, diventa uno stress invece che un piacere. Io a natale mi auto regalo sempre qualcosa, anche se quest’anno ancora non so bene cosa. Ma sicuramente mi verrà in mente, figuratevi…Adesso vi saluto che la lavatrice è finita, e i panni mi attendono. Lasciatemi se volete il vostro commento. Vi mando un grosso bacio. A presto

venerdì 2 dicembre 2016

Mousse al cioccolato e panna


Inauguro questo nuovo mese con una deliziosa mousse al cioccolato e panna. L’ho fatta per la prima volta ed è stata un vero successo, è venuta fuori una crema soffice e leggera che è finita in istante. Pensavo fosse più complicato prepararla, invece è davvero semplice e prevede pochi passaggi. Che ne dite di prepararla anche voi? E’ un dolce che può andar bene anche come fino pasto per le feste natalizie. Ecco la ricetta:

Per la mousse:
175 gr cioccolato fondente (per 7 bicchieri)
120 ml latte
25 gr zucchero a velo
245 ml panna liquida

Per  la decorazione:
250 ml panna liquida
1 cucchiaio e ½ zucchero semolato


Scaldate in un pentolino il latte e lo zucchero a velo, spegnete appena lo zucchero si sarà sciolto e il latte comincia a sobbollire, e versatelo in una ciotola dove precedentemente avremo spezzettato in piccole parti il cioccolato, giriamo con una spatola fino a quando non si sarà sciolto completamente, lasciamo raffreddare e nel frattempo, in un’altra ciotola montiamo la panna che uniremo poi al cioccolato, mescolando dal basso verso l’alto delicatamente in modo che la panna non si smonti. Formato il composto ricopriamo con la pellicola a contatto e lasciamo riposare in frigo per almeno 3-4 ore. Passato il tempo tiriamola fuori dal frigo, e montiamo l’altra parte della panna con lo zucchero. Ora versiamo in due sac a poche differenti la panna e nell’altra la mousse, prendiamo dei bicchieri e riempiamoli con prima il cioccolato, poi uno strato di panna, ancora cioccolato, e per finire un bel ciuffone di panna. Grattate sopra se volete ancora un po’ di cioccolato. La nostra mousse è pronta, se la preparate in anticipo mettetela naturalmente di nuovo in frigo. Si conserva fino a 3 giorni, ma sono sicura che finirà molto ma molto prima. Un abbraccio. Alla prossima